Giorno 311 di 365

📘 Il Diario di Gretuzza

Giorno 311 di 365
Amici mi rivolgo prima a voi! Troppe volte rispondendo ai vostri messaggi ho letto “io subisco/subivo bullismo!” La mia risposta è stata a grand voce “RACCONTATELO FATEVI AIUTARE!!!” E voi?!? “Non ce la faccio!” Vi racconto una storia…..

Una ragazzina…di terza media! Innamorata persa del mare dello sport e appena appena entrata nella fase ormoni! Un ripetente in classe e lo sguardo a cuoricino! Lui era grande e figo, era quello che rispondeva ai professori e si ribellava, ma era fidanzato!
I primi rientri a scuola e le prime volte il tragitto da sola con i suoi due grandi amici Nancy e Lorenzo!
Novembre inoltrato un ragazzone fuori da scuola, qualche anno più grande la corteggia la porta a casa ogni martedì e va avanti così per qualche mese!
Poi un bacio, a stampo ed è subito dimenticato il ragazzino ripetente! Il martedì non c’era più! Perché non era venuto a prenderla? Che era successo? Non lo vidi più! A gennaio la classe andò in gita! Quel ragazzino ripetente si era avvicinato di nuovo ma in gita tra una confessione e l’altra scappa un bacio il mio secondo bacio a stampo, un batticuore pazzesco e nessun pensiero! Ma era stato un errore la ragazzina ancora quel ragazzone più grande!
Diario 📘 passo una settimana esatta ed in un pomeriggio buio di inizio febbraio, faceva freddo ed il citofono suonò! “Sono Nancy” “Amica scendo!”
Erano in 5 una “enorme” sembrava davvero grande e cmi sembrava di averla già vista!. Stranita è ormai fuori dal portone, non era la sua amica e queste non erano amiche sue! Qualcuno la prese da dietro mood coniglio e manco il tempo di rendersene conto volo uno ZOCCOLA seguito da un suono assordante che prese l’orecchio! Non sentivo bene quello che diceva ma si avvicinò quella ragazzona che disse a quella dietro di lasciarla e cadde a terra! Devo supplicare perdono! “Non so chi cazzo tu sia ma sei un coniglio a venire asssieme ad altre!” Volo un altro schiaffo più forte ma così forte che non sapeva manco da dove le fosse arrivato. Eppure la ragazzina faceva arti marziali e botte ne aveva prese! Ancora “chiedi perdono e supplica hai baciato il ragazzo della mia amica!” La ragazzina pensava… “Ma che cazz… ma chi? Hanno sbagliato persona!” Invece no parlavano di lei! 
“Col cazzo io a voi non devo niente!” 
Se ne andarono ma la ragazzina rimase lì a terra! Era una umiliazione davvero non da poco e lei non aveva fatto nulla per liberarsi, non c’era riuscita! La sua amica voleva andare a vendicarsi ma lei non amava la vendetta. Aspetto qualche giorno ma il dolore all’orecchio era forte e poi si decise lo disse a sua mamma!…

Non so se avete capito amici! Ma la ragazzina ero io e porto tuttora sulla pelle quelli schiaffi che poi non ruolo schiaffo in se ma l’umiliazione di tutto il resto!
Quanto volte penso a quel momento?!? A distanza di anni? Ogni giorno ogni volta che qualcuno anche solo verbalmente alza il tono o mi sento attaccata! Ogni volta che mi guardano male! SEMPRE!

PER COMBATTERE IL BULLISMO BISOGNA DENUNCIARLO! I bulli non sono altro che conigli che si nascondono dietro i loro muscoli o alla loro nomea!!!

Tagged
Simo di Famiglia Nomade
Amante dello "slow Travel" viaggio con la mia famiglia con l'unico obiettivo di rendere unica questa vita! Amo Gretuzza, i miei figli, viaggiare, la fotografia e la Pizza!
https://famiglia-nomade.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*