Giorno 345 di 365

📘 Il Diario di Gretuzza

Giorno 345 di 365
Siamo in direzione Lidl Diario ho deciso di portare la nonna a far scoprire un mondo diverso da quello del Carrefour dove si spendono 30/40 € per un sacchetto di roba per andare dove i prezzi sono più contenuti e la qualità rimane comunque ottima! Non ci sono tantissimi punti vendita a Genova, il più vicino a mia nonna era quello di Marassi! Sono ferma ad un incrocio che conosco benissimo, non dico che ci sono nata ma vivendo qui vicino conosco bene le strade. Attraversa, fuori dalle strisce pedonali, zoppicante, un signore alto, robusto col capello bianco un po’ ingobbito, una giacca marrone, un sacchetto e lo sguardo di qualcuno che conoscevo! Mi tremano le mani mentre sono qui a scriverti esattamente nello stesso modo in cui mi giro verso mia nonna (non vede un tubo quindi non mi avrebbe potuto aiutare) e le dico: “credo che quello sia lui!” lei mi chiede: “lui chi?” e senza neanche aspettare la mia risposta quasi avesse capito, mi dice “lo vuoi salutare?” Credo che si sia fermato il cuore letteralmente per qualche secondo e mi si sono riempiti gli occhi di lacrime! “Cocchi non fare così, perché colpa tua. Non si è mai sentito un padre che non richiama la sua bambina”

Non ce l’ho fatta sono scoppiata in lacrime, Camilla per fortuna dormiva e mia nonna è rimasta in silenzio ha solo appoggiato la sua mano fredda sulla mia! Non so perché io abbia avuto un attimo di panico, avrei voluto mettere le quattro frecce scendere dalla macchina, e…non so nemmeno che cosa avrei potuto dire non so nemmeno come chiamarlo non so nemmeno come e se sarei riuscita a parlare. Fatto sta che ho fatto una scelta diversa ho continuato andare avanti!


Quando ero piccola Diario ti ricordi che scrivevo sempre “cosa ho fatto di male?” E c’era una signora, la psicologa che ha aiutato la mia famiglia nella separazione, che mi diceva sempre che non era colpa mia, che tutto sarebbe andato bene e che avrei avuto solamente di più! Non è stato così, non è andato tutto bene, mi è stato negato qualcosa, l’uomo che avrebbe dovuto prendersi cura di me avere cura di quello che sarei stata e non avrei mai dovuto sentirmi in colpa, cosa che invece faccio tutte le volte che ci penso e ci pensò spessissimo!
Ti direi quasi, che mi ha fatto tenerezza ma non è stato solo questo. Vedere quel capello ingrigito e quell’omone camminarmi davanti e sapere che è la persona che mi ha avuta in braccio , mi ha aperto un vuoto immenso che mi ha fatto chiedere ancora una volta “perché?” Perché non mi ha più cercata. Ora come ora forse da donna credo che lui mi abbia cercato ma troppo tardi, per rimediare a tutto, un tutto che non ha rimedio! Tutti quei “ci vediamo questo fine settimana” che non si sono mai avverati! Tutti quei stiamo un po’ io e te che non sono mai stati! Forse è stato davvero colpa mia che non sono stata in grado di perdonare. Dopo così tanti anni mi ha smosso lo stomaco! Come possono due persone con lo stesso sangue non riconoscersi?!?
In tutto questo nonna è rimasta per qualche minuto in silenzio e poi mi ha guardata “ricordati una cosa che se tu sei così è anche grazie a lui! Non so che cosa sia successo dopo, ma quando eri piccolina ti voleva tanto bene e tu non hai niente che non va!”
È passata tutta la giornata ho fatto cose, mille cose ma niente mi levava dalla testa l’immagine di quell’uomo con il mio stesso sguardo che mi è passato davanti.
Poi siamo a cena e mio papà Fabio litiga scherzando con Camilla mentre Leonardo gli chiede quando sarebbero andati a dormire in barca!
Non serve che ti dica altro! Ho tutto!

[mc4wp_form id=”1534″]
Tagged

9 thoughts on “Giorno 345 di 365

  1. Non posso giudicare la tua scelta di non scendere dall’auto ed andare verso di lui, bisogna viverle situazioni del genere per comprenderle pienamente… Istintivamente ti confesso che sarei andata, l’avrei guardato negli occhi, in quegli occhi che ricordano imiei e gli avrei detto: “Come stai?” Un buon Natale, forse sarebbe stato giusto… È solo un mio modesto pensiero, prendilo come tale… Buona vita splendida ragazza dal cuore d’oro…

  2. Ciao Greta, non sapevo di questa tua situazione con tuo papà. Leggendo ho provato un tuffo al cuore. La mia situazione da quando avevo 6 anni è stata peggio della tua…. Mio papà mi odia, dice che sono una bastarda. Mia mamma è morta di tumore quando avevo 9 anni…. Non ti dico il vuoto soprattutto ora che sono mamma. Vorrei raccontarti tutto, non piangere, non hai nessuna colpa, sei una meraviglia!!!!

    1. Non lo posso manco immaginare ma posso sapere per certo la meraviglia che sei tu amica cara!!!!
      Ti abbraccio 🤗

  3. Ciao Greta, sei riuscita a mettere in parole quello che penso da 10 anni e ti stringo forte perché so che anche se si accetta è si va avanti, ogni volta il taglio brucia e nn si capisce perché si pensava si fosse cicatrizzato bene… io abito a 200 metri da Quello che mi ha messo al mondo che da piccola aspettavo cn ansia alla sera e che adesso mi passa a fianco come uno sconosciuto., e nn riesco a capire come si ci riesca… nonostante tutto tu sei una donna mamma eccezionale…e nel mio piccolo io faccio del mio meglio è cerco di leccarti le ferite…UN BACIO GRANDE!Siete stupendi!!!!!!!

  4. Sai…. Certe cose si portano dentro per sempre… E faranno sempre un po’ male… Ma io sono fermamente convintissima.. (passami il termine) che certi legami vanno oltre il sangue… Perché spesso… Chi ti ama di più… Nn è sempre chi ti ha donato la vita… Pervhe alcune persone forse nn sono cattive ma sono semplicemente quelle che sono.. Nn cambieranno mai.. E per loro va bene cosi è la loro normalità.. Nn potremmo mai capire…
    Nn lo dico per esperienza diretta.. Ma sono una mamma separata..il mio ex è un papà che c’è solo per farsi vedere.. E per dire che c’è.. Ma quando serve davvero per Vale nn c’è mai.. E nn purtroppo nn si può capire ma solo accettare.. . Ho un compagno ora che dopo tutta la merda ricevuta dal mio ex… Nn potevo chiedere di più… E l’amore che prova e dimostra per mio figlio.. Nn si può spiegare… Che mi commuove ogni volta che li trovo sul divano abbracciati!!!!!!!
    Ed io amo follemente tutto questo.. Nonostante forse per alcuni nn siamo una famiglia normale… Ma per me invece siamo una fantastica famiglia
    !!!

  5. Cara Greta, le parole giuste le ha già trovate la tua dolce nonnina che, essendo tale, è riuscita a far breccia nel tuo cuore (come sempre) e nel cuore di tutti noi…almeno nel mio ❤
    Non so come tu possa sentirti, non voglio dirti parole inadeguate, fuori luogo e cadere nell’ipocrisia…però una cosa te la voglio dire : sei una grande mamma e moglie e amica e ti meriti tutto il bene del mondo !!!!
    Un abbraccio dal profondo del mio cuore 😘😘😘😘😘😘

    1. Lei ha sempre le parole non giuste ma vere 🤣chi conosce la mia nonna sa che non tiene niente per se è spara a zero quindi le sui parole valgono di più ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*