Giorno 32 di 366

📘 Il Diario di Gretuzza

Giorno 32 di 366
Finalmente! È da un po’ scattata la mezzanotte Diario 📘 non riesco a dormire e mi sono appena accorta che FINALMENTE è finito gennaio! Gennaio ha portato il nuovo anno ma mi ha davvero messa alla prova!
Ho pianto e mi sono disperata in silenzio.
Quante notti passate sul divano a cercare di capire di mettere assieme i pezzi ascoltando un po’ tutti. Non ricordo quando ma ho staccato il cervello ho messo nella scatola il puzzle e l’ho chiuso in un cassetto!
A volte per stare bene devi un attimo chiudere con tutto e ripartire da zero! Lo sanno tutti che se le fondamenta non sono solide nulla terra!
Ho bisogno di certezze di basi solide!
Ho pensato, mamma mia quanto ho pensato. La notte mi faceva paura, il momento in cui nulla più poteva distrarmi, i pensieri iniziavano a mangiarmi e le passavo tra la cucina e la camera dei bambini!
Giusto settimana scorsa ho preso coraggio e riaperto quella scatola di puzzle, che poi non è altro che la mia vita! Per il momento ho girato tutti i pezzi dal verso giusto e messo da parte tutti i bordi!!!
Il puzzle ha tantissimi pezzi oserei dire infiniti!
Non sarà facile ma ormai la scatola è aperta e per fare un bel puzzle di cui sarai soddisfatto non lo farai con premura ma solo quando avrai il piacere di farlo e attaccherai pezzo per pezzo quando sarai quasi certo che sarà quello giusto, senza voler a tutti i corsi schiacciare pezzetti che non combaciano!!!
Questo vorrei m, anzi no Diario sta volta lo pretendo. Perché parliamo della mia vita del mio cuore spezzato e della mia salute, quindi riformulo!
Questo È QUELLO CHE VOGLIO!!!
La mia serenità il potermi “sedere” ancora ricostruire quello che è stato calpestato senza curarsi di chi lo aveva costruito!
Voglio continuare a sorridere e farlo senza avere paura della sera!!!
01.00 tra poco Gotham la serie apparirà su Italia uno, mi tiene compagnia, non mi va di andare a letto. Il buio mi infastidisce ed i morsi allo stomaco mi tengono sveglia e se dormo mi sveglio di sobbalzo sudata ed agitata ma non ricordo come mai!!!
Volevo tanto essere grande…quante volte ti avrò scritto che avrei voluto essere già adulta. E adesso!!? Mi rendo conto di quanto invece era tutto più facile allora!
Un passo alla volta! Un pezzo alla volta!
Ciao Diario…

[mc4wp_form id=”1534″]
Tagged

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*