IL DIARIO DI GRETUZZA, GIORNO 193

📘 Il Diario di Gretuzza

Ciao Diario!!!

Non mi sono svegliata male sta mattina ma durante la giornata i pensieri mi hanno SOFFOCATO LA TESTA!

Sono partiti a raffica ad un certo punto, così come se nulla fosse e mi hanno travolto l’umore!

Non ero arrabbiata ma delusa amareggiata triste incerta…insomma una serie di cose che nulla avevano a che fare con un ottimo umore!

Mi capita a volte che da una cosa piccolissima mi partano reazioni a catena immense!

Beh oggi è stato un tizio, palesemente in tuta da lavoro, ancora sporco di cemento e polvere addosso che entrava in uno di quei negozi di “massaggi”!

Un tempo avrei detto “CHE SQUALLORE” e mi sarei arrabbiata moltissimo (che poi con quale diritto lo avrei fatto lo so solo io)

Invece sta volta NO!

Mi sono imposta di non giudicarlo di non dire nulla ma…non ce l’ho fatta ho lasciato stare lui ma la mia testa mi ha portato lontano, ad immaginare una donna a casa che lo aspetta, magari a fare la spesa con i soldi giusti in tasca che invece di comprarsi lo shampoo che le piace compra per lui le braciole per farlo felice dopo una giornata di lavoro!

E penso <Ma sta povera donna, magari può avergli fatto mancare qualcosa, si certo nessuno è perfetto, ma SI MERITA DAVVERO UNA COSA SIMILE?!?>

Ecco Diario, io non lo volevo giudicare, davvero, ma non posso non dire la mia tra me e me o comunque, la mia testa non è in grado di soffocare questo mio forte pensiero!

Così mi sono fatta mille mila film e poi…mi è venuto in mente che era il compleanno di mio papà!

E mi sono sentita una pessima persona perché alle 12:40 ancora non gli avevo manco mandato un messaggio di auguri!

Non la pensiamo uguale su tantissime cose e a volte questo mi ha ferita ma il bene che provo per quell’uomo è immenso ed è comunque la mia famiglia!

Poi penso che MI MANCANO SIA LUI CHE MAMMA, ma penso anche che tra genitori e figli ci siano dei “paletti” da mettere una volta che, anche i figli sono diventati genitori a loro volta!

E la mente viaggia così a perdersi in quel mare che fa il giro del mondo e si chiama con nomi diversi, si ma sempre mare é!

Vabbè!!!

Ti lascio un po’ così, un po’ nel dubbio, e ti lascio immaginare perché anche io ancora non sono riuscita a fermare i pensieri!

Sperando che il sonno li lasci fluttuare via nella notte e che l’indomani sia tutto più sereno!

Tagged
Simo di Famiglia Nomade
Amante dello "slow Travel" viaggio con la mia famiglia con l'unico obiettivo di rendere unica questa vita! Amo Gretuzza, i miei figli, viaggiare, la fotografia e la Pizza!
https://famiglia-nomade.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*